Comunicati stampa Ismea

Miele, scarsa la produzione in primavera

Raccolto compromesso per acacia e agrumi

Roma, 12 giugno 2002

- Avvio pesante per la produzione primaverile di miele nazionale.

Il clima, caratterizzato da piogge frequenti, vento e forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, ha compromesso il raccolto primaverile di miele.

In particolare, secondo Ismea, risulta assai limitata la produzione di Tarassaco su tutto l'arco collinare dell'Italia settentrionale e sulle Prealpi. Discorso analogo per il miele di acacia il cui raccolto complessivo risulta compromesso nella maggioranza delle aree vocate, con la sola eccezione dell'arco subalpino dove la produzione si aggirata attorno a 10-13 chilogrammi nelle aree di pianura per raggiungere, in alcune zone, 18 chilogrammi.

Riguardo al prodotto di agrumi, il raccolto risulta complessivamente scarso e raggiunge quota 15-16 chilogrammi per alveare in Sicilia e 18-20 chilogrammi in Calabria.

Per quanto attiene infine alla sulla la fioritura appare ritardata e non consente una stima definitiva sulla produzione di miele.